Come è fatta la sigaretta elettronica

La sigaretta elettronica consiste in un dispositivo a funzionamento elettronico, che è composto da quattro parti principali e che permette di assumere un vapore che può contenere o meno nicotina, e che replica la fumata della sigaretta classica.

Composizione della e-cig

La sigaretta elettronica è composta da batteria, vaporizzatore o atomizzatore, cartucce e circuito elettronico.

  • La batteria consiste in una parte della e-cig che permette il suo funzionamento perché dà l’energia necessaria per funzionare. La batteria può durare, a seconda del tipo di uso che se ne fa, da un paio di settimana fino ad un mese. La batteria è facilmente ricaricabile.
  • L’atomizzatore è il cuore della sigaretta elettronica. Si tratta di un dispositivo interno che scalda il liquido contenuto nella cartuccia e lo trasforma in vapore, quindi il vapore passa attraverso il bocchino e viene aspirato.
  • Cartuccia: qui all’interno viene inserito l’apposito liquido, con o senza nicotina, col quale funziona la sigaretta. La cartuccia può avere diversi sapori, da quello del tabacco a quello frutta, menta, ecc.

Come funziona la sigaretta elettronica?

Innanzitutto l’accensione della batteria e quindi dell’atomizzatore avviene o quando si aspira, per mezzo dell’attivazione di un sensore che, rilevando lo spostamento dell’aria, mette in moto il circuito elettronico ed attiva l’atomizzatore; oppure per mezzo di un apposito pulsante che lo svapatore deve schiacciare quando inizia a svapare.

Alcuni tipi di sigaretta elettronica hanno anche un sistema che permette di regolare l’erogazione del vapore con aspirazioni brevi o più lunghe. Per funzionare, la sigaretta elettronica ha bisogno del liquido. Il liquido per e-cig viene venduto in flaconi di diversa misura oppure può essere fatto in casa, se si è più esperti.

Il liquido contiene:

  • Glicole propilenico: consiste in un prodotto chimico che viene usato anche nei farmaci
  • Acqua demineralizzata
  • Glicerolo, è il componente che permette di creare quel fumo intenso tipico della sigaretta elettronica
  • Nicotina: può essere presente o meno, e se è presente, può esserlo in diverse gradazioni. Si tratta di una sostanza tossica presente nella pianta del tabacco, che dà dipendenza psicologica e fisica e che nella dose unica di 60 mg può essere fatale per un uomo adulto.

La sigaretta elettronica ha un costo che varia notevolmente a seconda del prodotto e della marca. Si possono trovare dei kit per iniziare a svapare a partire da 30 a 60 euro, invece i pezzi di sostituzione costano fino a 60 euro. La spesa per liquidi e ricariche arriva e supera i 100 euro all’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *